fbpx

la Madre di Te Stessa

Diventare Donna adulta, implica la capacità di diventare la Madre di Te Stessa. Cosa significa? Quando e come lo diventi?

Diventi “Madre di te stessa” quando sei in connessione con i tuoi bisogni fisici, emozionali, psichici, spirituali e, con cura e amore te ne occupi, li soddisfi, li accogli.

Questo vuol dire che una volta adulta, dopo aver ricevuto e imparato dalla Madre che ti ha generato, sai dare, in primis a te stessa, quelle cure e attenzioni di cui necessiti .

Cure e attenzioni da rivolgere non solo alla tua donna adulta, ma anche alla tua bambina interiore.

Spesso è Lei che bussa alla porta del nostro cuore. A volte scalpitante, inquieta, arrabbiata, offesa, oltraggiata, dolorante. Spesso è lei che nelle sue ferite non guarite, nelle protezioni che ha innalzato, impedisce alla donna adulta di splendere la sua luce.

Significa  che, una volta  completato il rapporto di dipendenza dalla Madre generatrice, hai integrato dentro di te la “Madre di Te Stessa”,  e che questa parte di te ti sosterrà per tutta la vita.

Nessuno ce ne parla, nessuno ci accompagna con consapevolezza a questo. Se ci viene insegnato qualcosa, come per esempio  farci da mangiare, farci il letto, pulire la casa, non ci viene insegnato ad occuparci dei nostri bisogni più profondi, ad assecondare la nostra unicità, i nostri tempi, i nostri ritmi, ad accoglierci veramente per come siamo.

Direi che c’è più propensione ad insegnare a noi Donne di dirigere questa attitudine materna verso l’esterno, piuttosto che verso noi stesse.

La nostra Madre interiore è principalmente lo specchio del rapporto che abbiamo avuto con nostra Madre e mostra il modo in cui nostra Madre ha percepito, considerato, agito il suo essere Madre con sé stessa e con la propria figlia.

Se non eri voluta, o sei arrivata in un tempo considerato non appropriato . . . se volevano il maschio e invece sei arrivata tu. . . .  se in gravidanza o nel parto ci sono state difficoltà. . . .  se in famiglia c’erano problemi economici, o malattie, o conflitti. . . .  se  il tuo modo di essere non andava bene. . . . .  se tua madre portava in sé il rifiuto da parte della propria madre. . . .  se sei arrivata e in qualche modo hai interferito con i suoi progetti. . . . . . se ti ha vissuta come una rivale. . . . se ti giudicava pesantemente o se era rigida ed esigente . . . . se. . . . se . . .

Ci sono molti altri “se” che rientrano in quelle condizioni che la maggior parte di noi, seppur in modo diverso, ha attraversato e che portiamo dentro di noi come ferite, conflitti, mancanze, vuoti, rifiuti.

Tutto questo, unito a credenze e condizionamenti culturali limitanti, spesso devianti e svalorizzanti riguardo alle Donne e all’essere Madre, perpetrato di Madre in Figlia, hanno minato la nostra capacità di diventare amorevoli e compassionevoli Madri di Noi Stesse e di accogliere con riconoscimento e vivere in equilibrio questo straordinario dono che i nostri sacri corpi incarnano.

Essere una buona Madre per te stessa è sicuramente necessario, affinchè tu possa vivere in equilibrio e armonia l’Essere Madre dei tuoi figli e figlie.

Come puoi trovare questa parte dentro di te?. .  Come nutrirla e darle spazio?. . .  Come renderla forte, affidabile e presente?. . .  Come rendere le tue braccia calde e morbide e il cuore aperto e amorevole  nei tuoi confronti ?. . . Come ritrovare la saggezza della Madre che vive nelle tue cellule?. . . E’ possibile?. . .

Certo che è possibile. . .  Non accade subito e tutto in una volta, ma è un cammino che chiama. . .  Chiede coraggio, amorevolezza, pazienza, determinazione, fiducia, volontà. . . .  Chiede che tu non lo faccia da sola, ma ti conceda di essere guidata e di percorrerlo insieme ad altre donne, per te preziosi specchi nei quali poterti vedere, preziose compagne di viaggio, preziose Sorelle.

UN PICCOLO ESERCIZIO PER TE: Potresti ogni tanto durante la giornata porti questa domanda: ” se ascoltassi proprio ora la Madre di Me Stessa, cosa mi direbbe, cosa farebbe nei miei confronti, quali suggerimenti avrebbe per me?” e chiudi gli occhi rivolgendo il tuo sguardo dentro di te mentre respiri profondamente e apri le tue orecchie all’ascolto interiore e Le dai spazio dentro di te. . . se necessario ripeti la domanda e appunta le risposte che ti arrivano su un diario.

A riguardo puoi prendere visione, su questo sito, della FORMAZIONE DELLE DONNE DEL MONDO NUOVO  e dei percorsi che comprende:

LA DONNA DI CONOSCENZALA DONNA DI SAGGEZZALA DONNA DI LUCE

lunedi 7 settembre ore 20.00 

Donne in Cerchia

condividendo il tema 

NOI E LA MADRE

su zoom

adesioni o al 348 2909333 o qui

 

LA MADRE DI TE STESSA